Gite in barca in famiglia: la Toscana da nord a sud

80

Se andiamo all’estero e chiediamo agli stranieri quale, tra le regioni italiane, è la loro favorita, o quale li intriga maggiormente, possiamo star sicuri che “la Toscana” sarà una delle risposte più gettonate.
E così anche entro i confini del nostro bel paese, del resto: la Toscana, con le sue città ricche di storia e cultura, la regione che ha fatto da culla alla lingua italiana e il suo mare, di certo non passa inosservata a nessuno.
Bene, a proposito del suo mare: avete mai pensato di potervi permettere una vacanza in barca con tutta la famiglia alla scoperta delle località marittime di questa impressionante regione, così ricca in ogni settore? Sì, perché un servizio di noleggio di barche a vela in Toscana potrebbe non essere un’ipotesi “fuori dall’ascia” del nostro budget, grazie alla Rete. Ma di questo parleremo dopo, nel corso dell’articolo. Per il momento, cerchiamo di concentrarci su un possibile itinerario da sogno, magari da compiere in barca a vela o catamarano, che possa stuzzicare la nostra fantasia da veri lupi di mare!
Siete pronti a salpare? Leviamo l’ancora, allora, e iniziamo il nostro viaggio alla scoperta, via mare, di una tra le regioni più belle del nostro bellissimo Paese!

IL MARE TOSCANO: UN ITINERARIO POSSIBILE
Da dove partire, dunque? Ipotizziamo un itinerario da nord a sud. Leveremo l’ancora dalle Cinque Terre: lo sappiamo, lo sappiamo, non si tratta precisamente di Toscana, ma di Liguria all’estremo confine con la regione che ci interessa; solo, ci sembrerebbe strano non visitare, via mare, questa piccolissima regione che così tanto, a livello paesaggistico, ha da offrirci. Manarola, Corniglia, Monterosso al mare, Vernazza e Riomaggiore: queste le Cinque Terre che tanto ci offriranno come (s)punto di partenza per la nostra escursione marittima. Da lì, possiamo decidere di scendere verso la Toscana vera e propria: possiamo evitare di passare da Viareggio, magari immergendoci anche nelle sue serate di feste e di bagordi, tra le più rinomate in questo tratto di costa? Assolutamente no! Che Viareggio sia, dunque, che, soprattutto dal mare, senza quindi la ressa dei bagnanti, è davvero un’esperienza notevole.
Sorpassata Viareggio, una tappa nella rossa Livorno non è davvero rinviabile: piccola patria tanto amata dal pittore Modigliani, qui c’è anche la sua casa natale, ora adibita a museo, visitabile e fotografabile, con le sue indagini sulle donne dal lunghissimo collo. Livorno di colori e di sapori: un caciucco in compagnia dei vivaci pescatori, una partita a scopa in uno dei circoli ARCI più antichi d’Italia e una carbonara di mare alla celebre Cantina Senese, questo il bel programma per una gita livornese di tutto rispetto.
Lasciamo alle nostre spalle Livorno e passiamo all’Isola D’Elba, del resto, siamo proprio qui: facciamoci incantare dalle acque magiche di questa isoletta mediterranea, con le sue belle calette, la vegetazione rigogliosa e la sua fauna, capace di lasciare a bocca aperta grandi e piccini (sapete che potete trovare molti mufloni, la notte, per le piccole strade che inerpicano verso la sommità dell’isola? E dei tonni che nuotano vicinissimi alla riva, poi, vogliamo parlarne?).
Isola D’Elba, ti lasciamo volentieri un pezzo del nostro cuore, ma dobbiamo di nuovo levare l’ancora, per arrivare all’ultima tappa del nostro viaggio: Pianosa. Isola piccolissima e ricca di fascino, quasi un piccolo scoglio verdeggiante in mezzo al Mar Mediterraneo, paesaggio incontaminato da ammirare e da portare con noi tra i ricordi di una delle vacanze più belle di tutta la nostra vita.
Che ne pensate, vi sembra ora il momento di tornare a La Spezia? No? Come darvi torto. Ma le vacanze, si sa, devono finire, e questo è il momento in cui finisce la nostra: torneremo a casa con infiniti scatti imperdibili, ricordi di tuffi mozzafiato al largo e deliziose cene su uno dei litorali più affascinanti e vivi d’Italia.

E SE NON SAPPIAMO NAVIGARE?
Nessun problema, poi, qualora non fossimo in grado di “portare” una barca o non avessimo una patente nautica: i servizi online possono arrivare in nostro soccorso, regalandoci una vacanza in mare senza compromessi, dove le nostre uniche preoccupazioni saranno lo stile di tuffo da adottare per lanciarci da prua, oppure in quale ristorante cenare la sera. Uno skipper, infatti, potrebbe preoccuparsi per noi di tutte le procedure della navigazione: ingresso e uscita dai vari porti, pericoli nascosti sott’acqua e tanto altro.
Non dimentichiamo poi un dettaglio per niente irrilevante: una vacanza in barca è di certo una delle modalità di viaggio più sicure, perché ci mette al riparo dalla ressa che in spiaggia si accalca!
Insomma, non vediamo proprio cosa potrebbe ostare da una gita settembrina via mare in una delle regioni più magiche d’Italia: forse solo il budget, ma come vi dicevamo più su, non dovete preoccuparvi, perché la Rete è fonte di grandi ispirazioni, anche a livello economico!
Nel caso, anche una gita di un giorno in gommone potrebbe divertire noi e tutta la famiglia!

Non ci resta che augurarvi buon viaggio, amici naviganti!

Trova la camera al prezzo migliore

Pianifica ora la tua vacanza