Golfo degli Aranci: le 10 spiagge più suggestive

0
383
Golfo degli Aranci

Golfo degli Aranci è un comune della Sardegna situato nella zona nord-orientale dell’isola, in provincia di Sassari, e fa parte della Costa Smeralda. É un’importante località balneare, il cui territorio era già frequentato dall’uomo nel periodo nuragico e il cui toponimo deriva dal gallurese Gulfu di li Ranci, ovvero Golfo dei Granchi, facendo riferimento all’elevata qualità dei crostacei presenti in queste acque.

Le spiagge di Golfo degli Aranci

Il litorale di Golfo degli Aranci è rinomato per le acque cristalline e per l’arenile di sabbia candida. Si tratta di un susseguirsi di calette, che si sviluppano una dietro l’altra, fino ad arrivare ad Olbia. Le più importanti sono:

Cala Sabina

Tale tratto di litorale si caratterizza per l’arenile sabbioso, al quale si alternano sassolini e scogli. Ad incorniciare la zona è la macchia mediterranea, dove dominano i ginepri. Il mare è limpido, con fondali bassi, che degradano dolcemente.

Cala Banana

Una spiaggia di sabbia candida, che presenta alle spalle uno stagno e bagnata da acque cristalline e trasparenti, con fondali poco profondi.

Cala Sassari

Cala Sassari si sviluppa a circa 5 km dall’abitato di Golfo degli Aranci. L’arenile è coperto da sabbia scura e orlato dalla macchia mediterranea. Il mare è estremamente pulito e ricco di riflessi verdi, con fondali bassi, adatti alla balneazione dei più piccoli. La spiaggia è ben attrezzata e sono garantiti numerosi servizi, come il noleggio di attrezzature sportive, ombrelloni e sdraio.

Cala Girgolu

Chi ama la quiete e il contatto con la natura, non può non visitare Cala Girgolu, poiché è una piccola baia immersa nel verde, estremamente tranquilla e poco affollata.

Cala Sos Aranzos

Questo tratto costiero è situato nella zona meridionale di Golfo degli Aranci ed è caratterizzato da un arenile non troppo esteso, ma di suggestiva bellezza. La sabbia è fine e candida, mentre il mare è trasparente ed azzurro, con fondali bassi, che digradano dolcemente verso il largo. Tale parte di litorale sardo è estremamente affollata durante il periodo estivo e presenta numerosi servizi.

Cala Moresca

Una spiaggia di sabbia soffice e dorata, che si affaccia sull’isolotto di Figarolo. Essa è immersa in un paesaggio selvaggio, ancora incontaminato, dove si ritrova una fornace per la produzione di calce, oggi abbandonata. Le acque che bagnano questa zona sono trasparenti e con fondali profondi. Seguendo la mulattiera che si snoda alle spalle dell’arenile, è possibile raggiungere il vecchio faro, dal quale si può godere di un favoloso panorama.

Spiaggia Marana

Sul versante nord-orientale dell’isola si trova Spiaggia Marana, munita di sabbia soffice e chiara e da un arenile non troppo ampio, coronato da rocce granitiche modellate dal vento e dal mare, che presenta acque trasparenti e cariche di riflessi tendenti al verde. Sono disponibili numerosi servizi, come punti ristoro, lettini ed ombrelloni.

Cala Greca

Tale insenatura è presieduta da sassi e scogli rosati, e bagnata da un mare limpido. Nelle vicinanze si trova il cimitero del personale dell’equipaggio dei tre piroscafi affondati in questa zona nel 1887 e l’isolotto di Figarolo.

Punta Capo Cesareo

In questa zona si sviluppano numerose spiaggette, quali: Cala sa Figu, Sos, Passizzedos, Porto Lucas e Porto Vitello. Si tratta di brevi tratti di arenile orlati dalla vegetazione della macchia, da scogli e da massi di granito rosa. La battigia appare chiara, mentre il mare assume colorazioni che variano dal verde al blu intenso.

Trova la camera al prezzo migliore

Pianifica ora la tua vacanza