Otranto: spiagge da scoprire

0
546
otranto

Otranto presenta un lungo litorale, che si estende dai Lagni Alimini, a nord, fino a Cesarea Terme, a sud. Negli ultimi anni, l’amministrazione otrantina si è impegnata molto nella riqualificazione della zona costiera, garantendo ottime strutture e mare incontaminato. Per queste ragioni migliaia di turisti ogni anno scelgono queste spiagge per le loro vacanze estive.

Le spiagge della zona dei Laghi Alimini

La zona dei Laghi Alimini è caratterizzata da una lingua di sabbia bianca, nella quale scorrono due corsi d’acqua, ovvero l’Alimini Grande e l’Alimini Piccolo, attorno ai quali si è sviluppata una riserva naturale che si distingue per la ricchezza della flora e della fauna.

La zona balneare è caratterizzata da spiagge libere e spiagge attrezzate, per raggiungere le quali è necessario inoltrarsi nella pineta. Un lido interessante, dalle note caraibiche è quello di Torre dell’Orso, che rappresenta uno dei richiami principali del turismo salentino, grazie all’eccellenza delle strutture, alla bellezza delle scogliere e ai faraglioni che si innalzano dall’acqua.

Un’altra località costiera di grande prestigio è quella che si sviluppa presso Torre Sant’Andrea, anche se non si tratta di una spiaggia vera e propria, quanto, piuttosto, di un tratto di litorale delimitato da alte scogliere levigate.

In questa zona strepitosa è presente anche la Baia dei Turchi, il cui nome deriva da un avvenimento storico risalente al 1480, che ha come protagonisti proprio i turchi, i quali sbarcarono su questo tratto di costa per attaccare e conquistare Otranto. Questa zona litoranea è caratterizzata, da un lato, da una bassa scogliera, mentre dall’altro da una lunga spiaggia bianca. Si tratta di una spiaggia molto amata dai turisti, per tanto, per poterne godere in tutta tranquillità, è consigliata la frequentazione nelle prime ore del giorno o nel tardo pomeriggio, appena dopo il calare del sole.

Le spiagge cittadine

Otranto presenta anche due piccole spiagge libere ubicate nella zona del centro abitato. Quella che si estende vicino al piccolo porto è caratterizzata da sabbia grigia ed è raggiungibile dal lungomare semplicemente scendendo delle scalinate, mentre quella posizionata presso il lungomare basso è di dimensioni ancora più ridotte ed è raggiungibile tramite un’ampia scala a mezzaluna.

Le spiagge a Sud di Otranto

Il litorale a sud di Otranto propone la bellezza del golfo di Orte, un luogo ancora incontaminato, dalla natura selvaggia. Infatti qui non sono presenti stabilimenti o strutture, ma solo il fascino della macchia mediterranea e della scogliera di roccia bianca. Qui si trova la Torre del Serpe o dell’Idro, che riappare nello stemma della città.

Proseguendo verso sud si trova la baia di Porto Badisco: una località suggestiva, caratterizzata da cespugli sempreverdi e da una scogliera ricca di cavità di importanza storica, come la Grotta dei Cervi, che testimonia la presenza dell’uomo in questa zona durante il Neolitico. Non solo, ma sembra che proprio in questa zona avvenne l’approdo di Enea nel Salento.

Scendendo ancora in direzione di Santa Maria di Leuca, si trova un altro diamante della costa adriatica: Santa Cesarea Terme. Essa è una delle stazioni idrotermali più importanti della penisola italiana, tuttavia, presenta anche degli stabilimenti balneari, che consentono l’accesso al mare in una zona dove si sviluppa una costa abbastanza frastagliata.

Trova la camera al prezzo migliore

Pianifica ora la tua vacanza