Teramo: le testimonianze storico-artistiche, le spiagge e le aree naturali

189
Teramo

Nella parte settentrionale dell’Abruzzo, in Val Tordino, si trova la cittadina di Teramo, meta ideale per gli amanti dell’arte, della storia, del mare e della natura.

Testimonianze storico-artistiche

Teramo, incorniciata dall’imponete massiccio roccioso del Gran Sasso, è un suggestivo centro costiero, disseminato di monumenti ed architetture, di particolare interesse storico-artistico. Tra gli edifici religiosi, domina la Cattedrale di Santa Maria Assunta, edificata a partire dal 1158, che presenta tratti in stile romanico e tratti in stile gotico. Al suo interno è conservato il paliotto d’argento di Nicola da Guardiagrele ed il polittico di Jacobello del Fiore. Dal 2007 è possibile visitare la cripta di san Bernardo, patrono locale, dopo tre secoli di oblio.

Suggestive sono anche la Chiesa di San Domenico, del XIV secolo, decorata con affreschi del XVIII secolo, la cattedrale di San’Anna, che preserva i resti di un’antica domus romana e dipinti del XII e XIV secolo, ma anche il Santuario della Madonna delle Grazie, con la meravigliosa statua lignea della Madonna con il Bambino, opera di Silvestro dell’Aquila.

Per gli appassionati di archeologia, il territorio teramano ospita gli incantevoli resti di un anfiteatro e di un teatro romano, del I o II secolo d.C. Nel quartiere di Cona, si trova, invece, il Parco archeologico di Ponte Messato, dove sono visibili una strada romana e delle tombe. Da non perdere, inoltre, è la Domus del Leone, dove si trova un suggestivo mosaico del I secolo a.C.

Per quanto riguarda le architetture civili, degni di nota sono: il Palazzo Delfico, del XVIII secolo, sede di un’importante biblioteca, il Palazzo Vescovile, edificato nel 1374, punto di riferimento della curia e del vescovo, la Casa dei Melatino, di origine medievale, edificata nel XIII secolo, e la Casa Urbani, dell’XI secolo, posta in Vico del Pensieri, nelle vicinanze della Piazzetta del Sole.

Booking.com

Le spiagge più belle di Teramo

Nel territorio teramano si trovano alcuni dei tratti costieri più belle dell’Abruzzo, tra i quali si ricorda la Spiaggia di Pineto, dove svetta l’antica Torre di Cerrano, in passato utilizzata per avvistare i nemici, oggi importante osservatorio marino. Si tratta di un arenile di fine sabbia dorata, che si estende per quasi 10 km ed in parte orlato da una rigogliosa pineta. Sono presenti stabilimenti balneari, ma anche ristoranti, bar e numerosi servizi turistici. Il mare è splendido, caratterizzato da acque trasparenti e fondali bassi, che digradano dolcemente verso il largo.

Altra spiaggia da visitare è quella di Martinsicuro, che presenta un arenile ampio e coperto da sabbia fine e dorata, alle cui spalle si innalzano diverse strutture turistiche, un lungomare delimitato da palme e due aree dunali, di grande valore naturalistico. Il litorale è ben attrezzato e presenta numerosi stabilimenti balneari, ma anche bar e punti di ristoro. Il mare è limpido ed azzurro, con fondali poco profondi, ideali per la balneazione e per praticare sport acquatici.

Aree naturali

Gli amanti delle camminate possono contare su diverse aree di interesse naturalistico, come:

  • il Parco del Tordino ed il Parco del Vezzola, che si sviluppano attorno ai due fiumi che delimitano l’abitato teramano. I due parchi fluviali sono collegati tra loro a formare una sorta di anello e presentano numerose specie di piante e di animali, alcuni assai rari;
  • Parco Ivan Graziani, un’area verde, situata fuori Porta Reale, realizzata in onore del noto cantautore teramano, che contiene siti archeologici e il monumento alla Resistenza di Augusto Murer;
  • Villa comunale, un parco cittadino dedicato a Stefano Bandini, nei pressi di Piazza Garibaldi e viale Bovio;
  • I Tigli, una fascia verde cittadina, posta lungo Viale Mazzini, dove si ritrovano specie pregiate, come il ginkgo biloba.

Prenota la tua vacanza da sogno

Trova la struttura migliore