Alassio: paradiso della Riviera Ligure di Ponente

0
47
Alassio

Alassio: paradiso della Riviera Ligure di Ponente

Alassio è un importante comune della provincia di Savona, collocato sulla Riviera Ligure di Ponente, nell’insenatura che si sviluppa tra Capo Mele e Capo Santa Croce. Conosciuto prevalentemente come centro turistico e balneare, si caratterizza anche per l’affascinate tradizione storica e culturale.

Il litorale alassino

Le spiagge presso Alassio sono una delle mete predilette da coloro che scelgono la Liguria per le proprie vacanze. Sono caratterizzate da un arenile prevalentemente sabbioso e bianco, e da un fondale estremamente basso, che si estende per diversi metri, adatto alle famiglie con figli molto piccoli.

Le zone costiere sono ad accesso libero o a pagamento, spesso bene attrezzate con ombrelloni, sdraio, bar e ristoranti. Da diversi anni, per la felicità degli amanti degli animali, numerosi lidi sono stati aperti ai cani. Il tratto di litorale più dichiaratamente petfriendly è sicuramente quello denominato Baba Beach: una spiaggia assai elegante e arredata con comode poltrone. Qui gli amici a quattro zampe possono stare in completo relax insieme ai padroni grazie anche alla presenza della terrazza soprannominata Snoopy e alla rigogliosa pineta che si sviluppa nella zona.

Le attrazioni storico-culturali

Alassio, oltre, alla bellezza della zona costiera, richiama l’interesse dei vacanzieri per una serie di testimonianze storiche e artistiche che si trovano dislocate nel territorio. Prima fra tutti la Chiesa di Sant’Ambrogio, costruita nell’XI secolo e riedificata nel XV secolo. La facciata rinascimentale risale al 1896, ed è caratterizzata da un portale in ardesia, del XVI secolo, sul quale sono rappresentati sant’Ambrogio, Cristo, gli Apostoli e l’Eterno. Il campanile cuspidato, adiacente alla chiesa, è in stile romanico e gotico, mentre l’interno dell’edificio è barocco, diviso in tre navate. Qui sono conservati i dipinti di Giovanni Andrea De Ferrari, di Giulio Benso e di Giovanni Battista Castello. L’altare dedicato a Sant’Anna, invece, mostra una tela di Francesco Carrega.

Booking.com

Un altro edificio a carattere religioso estremamente interessante è la Chiesa di Sant’Anna ai Monti, uno dei primi luoghi di culto della zona. Edificata nel 940 dai benedettini, versò per lungo tempo in stato di abbandono, fino a quando nel secolo scorso fu oggetto di importanti restauri, che hanno portato alla luce meravigliosi affreschi.  Sul monte Tirasso è, invece, il Santuario di Nostra Signora della Guardia, del XII secolo, ma molto rimaneggiato  nel XVI e XVII secolo. L’edificio fu costruito per volere dei marinai e degli abitanti del posto in onore della Stella Maris.

Nel territorio alassino sono presenti, inoltre, diverse torri d’avvistamento, tra le quali la più celebre è il Torrione Saraceno o Torrione della Coscia, eretto dalla Repubblica di Genova nel XVI secolo, al fine di preservare la costa dalle incursioni dei pirati.

Infine si ricorda il Muretto di Alassio, nato come una struttura al limitare dei giardini pubblici. Tuttavia, nel 1953, grazie all’artista Mario Berrino, fu abbellito con una serie di piastrelle irregolari e colorate, firmate da importanti personaggi. La prima apposta reca la firma di Hemingway, e oggi se ne contano circa 500.

Come raggiungere Alassio

Il borgo di Alassio è raggiungibile con l’Autostrada dei Fiori A10 venendo da nord, con direzione Genova-Ventimiglia, uscendo all’altezza del casello di Albenga. Per chi arriva da sud, invece, è necessario imboccare la A10 con direzione Genova, prendendo l’uscita del casello di Andora.

La cittadina è provvista di una comoda stazione ferroviaria, che si colloca sul tragitto Genova-Ventimiglia. In caso in cui si preferisca di l’aereo, gli aeroporti più vicini sono quelli di Genova e Nizza .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here