Sistiana: alla scoperta del litorale e bellezze naturali dell’Alto Adriatico

122
Sistiana

Sistiana è una frazione del comune di Duino-Aurisina, posto in provincia di Trieste. Si tratta di una suggestiva baia, munita di porto, che ogni anno viene popolata da numerosi vacanzieri, che si lasciano incantare dalla bellezza della delle acque celesti e dalle innumerevoli suggestioni naturali, presenti in questo tratto costiero del Friuli- Venezia Giulia.

Baia di Sistiana

La baia di Sistiana è incastonata tra le alte pareti rocciose dell’ex cava, molto frequentate da alpinisti, e le falesie del Parco Naturale di Duino, coperte da una rigogliosa vegetazione, tipica della macchia mediterranea.

Tale tratto costiero, un tempo rinomato luogo di villeggiatura austroungarico, presenta numerosi stabilimenti balneari privati e spiagge libere attrezzate, dotate di ogni comfort: parcheggio, bar, ristoranti, locali notturni e servizi di noleggio attrezzature sportive. Molto praticati sono lo snorkeling e le immersioni subacquee, poiché qui il fondale marino è caratterizzato da una flora ed una fauna particolarmente ricche e suggestive.

L’arenile è composto da ciottoli e ghiaia, di colore chiaro, lambiti da acque limpide ed azzurre, con fondali bassi, che digradano dolcemente verso il largo, adatti per i più piccoli.

Spiagge limitrofe

Nei pressi di Sistiana si sviluppa la Spiaggia di Canovella De’ Zoppoli, che fa parte del comune di Duino Aurisina. Essa deve il suo nome agli “zoppoli”, ovvero ad antiche imbarcazioni utilizzate dai pescatori sloveni per gettare le reti. Si tratta di un arenile di ciottoli, orlato dalla macchia mediterranea e da profumati vigneti. Il mare che lo lambisce è meraviglioso: trasparente e carico di riflessi dorati, con fondali poco profondi, adatti alla balneazione dei bambini e dei nuotatori inesperti.

Booking.com

Il litorale presenta nelle vicinanze un piccolo porto, ed è attrezzato con ombrelloni e sdraio. Inoltre, è attivo anche un chiosco-bar, che durante il periodo estivo propone piatti a base di pesce. Gli amanti del naturismo possono raggiungere la zona costiera denominata Liburnia e quella dei Filtri, dislocate a soli 10 minuti di distanza.

A nord-ovest di Sistina si trova, invece, la Spiaggia Costa dei Barbari, anch’essa facente parte del comune di Duino Aurisina. In questa zona non sono presenti stabilimenti balneari o servizi turistici, per tanto, è poco affollata e perfetta per coloro che amano la tranquillità. É molto frequentata dai naturisti, ma anche dai turisti, grazie alla bellezza e ai profumi della macchia mediterranea che circonda questo suggestivo arenile ghiaioso e ciottoloso dell’alto adriatico. Il mare è trasparente ed azzurro, ed ospita fondali poco profondi, popolati di specie marine.

Riserva Naturale delle Falesie di Duino

Imboccando il sentiero Rilke, che ha inizio nel piazzale dove si trova la sede dell’ufficio turistico, è possibile inoltrarsi in un’area naturale protetta, denominata Riserva naturale delle Falesie di Duino, istituita nel 1996.

Essa si sviluppa su di un’imponente scogliera, che si affaccia sull’Alto Adriatico, ed è coperta da una vegetazione eterogenea, dove predomina la macchia mediterranea. Sono presenti numerosi uccelli, come l’occhiocotto, ma il simbolo di tale suggestiva zona naturale è sicuramente l’algiroide magnifico, ovvero un rettile simile ad una lucertola, assai diffuso nella zona carsica. Nel tratto boschivo sono presenti anche cinghiali, tassi, scoiattoli, caprioli, volpi e lepri. Per quanto riguarda l’ambiente marino, invece, si ritrova la  stenella striata, ovvero un piccolo delfino, che non supera i 2 m di lunghezza.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAjaccio: meravigliosa cittadina costiera della Corsica meridionale
Articolo successivoLignano Sabbiadoro: il litorale, le attrazioni e la vita notturna