Le spiagge più belle di Agrigento e delle coste limitrofe

0
509
Agrigento

Agrigento è un antico comune della Sicilia, rinomato per le testimonianze storiche e artistiche, ma anche per le suggestive spiagge, che richiamano ogni anno numerosi turisti, provenienti da tutto il mondo. Questa ridente cittadina, infatti, presenta un ampio litorale sabbioso, con poche strutture balneari e molti arenili selvaggi, incorniciati da dune dorate e da una rigogliosa vegetazione. Vale la pena, dunque, di ripercorrere, da nord a sud, le spiagge più belle della zona di Agrigento.

Spiaggia di Eraclea Minoa

É un tratto di litorale situato tra il fiume Platani ed il promontorio di Capo Bianco, sul quale sono stati rinvenuti importanti resti archeologici. La spiaggia, che si estende per circa 6 km, è caratterizzata da sabbia finissima e candida, circondata da una meravigliosa pineta mediterranea e lambita dolcemente da acque trasparenti e cristalline, cariche di riflessi azzurri.

Spiaggia di Bova Marina

A doca distanza da Agrigento, presso il comune di Montallegro, si trova la spiaggia di Bova Marina, che si distingue per l’azzurro del mare, l’oro della sabbia, il candore del promontorio di Capo Bianco ed il verde della pineta retrostante. La natura, in questa zona, è incontaminata ed abbraccia l’arenile quasi del tutto privo di stabilimenti.

Spiaggia di Torre Salsa

Questa particolare zona costiera fa parte della Riserva Naturale Regionale ed è interamente gestita dal WWF. Si tratta di un’estesa area naturale protetta, lunga circa 13 km, che prevede la presenza di alte rocce e di suggestive calette. Essa è meta prediletta dei naturisti e da coloro che amano stare a contatto diretto con la natura. Qui, infatti, vengono ogni anno a deporre le tartarughe Caretta Caretta.

Il mare è cristallino e regala meravigliose sfumature di colore, che vanno dal verde al turchese. Presenta fondali ricchi di fauna sottomarina, ideali per gli amanti delle immersioni.

Spiaggia di Siculiana Marina

È un tratto di litorale ancora poco contaminato dal turismo di massa. Esso sorge nei pressi di un piccolo borgo marinaro, circondato da colline, ed è caratterizzato da sabbia fine e dorata, nonché da acque trasparenti. Sono presenti solo due lidi attrezzati, mentre il resto dell’arenile è completamente libero ed inviolato.

Baia delle Sirene e La Spiaggetta

Altro gioiello della costa agrigentina è Giallonardo, in cui si ritrovano due ampi arenili, ovvero la Baia delle Sirene, cinta da un promontorio di colore chiaro, e La Spiaggetta, dove si ritrovano dei tratti argillosi, particolarmente adatti per la cura del corpo.

Spiaggia Le Pergole

Subito dopo Giallonardo si incontra la spiaggia de Le Pergole, dominata da un promontorio sul quale svetta la Torre di Monterosso, risalente al XVI secolo. Per giungere all’arenile è necessario affrontare una discesa piuttosto impervia, ma estremamente suggestiva. Le falesie che cadono a picco sul mare celano numerose calette, bagnate da acque limpide e cristalline, e coperte da sabbia soffice e dorata.

Lido Rossello e Scala dei Turchi

Questo splendido lido del comune di Realmonte, è posto nella Baia di Capo Rossello, ed è chiuso a nord dall’arco di Costabianca, ad est dalla Scala dei Turchi e ad ovest da Capo Rossello. Tale tratto costiero è formato da due spiagge di sabbia dorata: una cittadina, molto affollata ed attrezzata, e l’altra selvaggia, che offre una splendida vista sulla Scala dei Turchi, che è una falesia di marna bianca, che ricorda una scalinata, posta a picco sul mare, dove è possibile prendere il sole o tuffarsi.

Lido Azzurro, Marinella e Caos

Nel comune di Porto Empedocle, si trovano ampi arenili di sabbia dorata e fine, che si affacciano su un mare turchese. Queste spiagge sono per lo più attrezzate ed offrono diversi servizi balneari.

Spiaggia di San Leone

É il lido balneare di Agrigento, caratterizzato da scogli e da un’ampia estensione. Si tratta di una spiaggia attrezzata, fatta eccezione per la zona est che è, invece, più selvaggia e attraversata da dune.

Spiaggia della Riserva Naturale di Zingarello

Si tratta di una zona naturale protetta, in cui si trova un arenile di sabbia chiara, raggiungibile tramite un angusto sentiero. Ad est fa capolino una falesia che viene lambita da acque cristalline e turchesi.

Spiaggia della Riserva Naturale di Punta Bianca

Questa zona litoranea ricorda un po’ il paesaggio lunare, grazie alle suggestioni create dalla roccia calcarea, che domina l’area. La strada che permette di raggiungere tale spiaggia è impervia, ed è consigliata solo ad esperti escursionisti. Sono presenti numerose calette sabbiose e ciottolose, che si caratterizzano per la presenza di palme nere e numerose specie floreali, che le rendono estremamente suggestive.

Trova la camera al prezzo migliore

Pianifica ora la tua vacanza