Ascoli Piceno: le attrazioni della “Città delle cento torri”

0
340
Ascoli Piceno

La cittadina turistica di Ascoli Piceno, che dista 28 km dal Mare Adriatico, è tra le più apprezzate delle Marche, in virtù del suggestivo patrimonio artistico ed architettonico, ma anche delle incantevoli spiagge e delle innumerevoli tradizioni locali. Tutti questi elementi contribuiscono a rendere tale borgo una delle mete predilette dei vacanzieri italiani e stranieri.

Il centro storico di Ascoli Piceno e dintorni

L’abitato di Ascoli Piceno è costruito quasi interamente in blocchi di travertino, derivati dalle vicine cave del Piceno, che donano un aspetto uniforme ed armonico.

Punto di riferimento cittadino è Piazza del Popolo, in stile rinascimentale, che si sviluppa nel tratto in cui si incontrano cardo e decumano. É delimitata da Palazzo de Capitani, dal Caffè Meletti, dalla Chiesa di San Francesco, da portici e logge.

Degno di nota è Palazzo dei Capitani del Popolo, costruito tra il XIII ed il XIV secolo, attraverso l’unione di tre piccoli edifici, separati da due rue. Presenta una suggestiva torre merlata: una delle tante che si ritrovano nell’urbe, la quale, a ragione, viene spesso denominata “Città delle cento torri”. Attualmente se ne sono preservate circa una cinquantina, ma in origine dovevano essere 200 e venivano utilizzate come strumento di imposizione visiva. Tra le più interessanti vi è Torre Ercolani, del XIII secolo, ma anche Torre degli Alvitreti, edificata nel 1925, sulla base di una torre medievale preesistente.

Ascoli Piceno presenta anche numerosi edifici sacri, tra i quali si ricorda la già nominata Chiesa di San Francesco, uno dei fulcri della vita religiosa cittadina. Eretta nel 1258, a seguito della conversione di 30 giovani abitanti, avvenuta dopo la predicazione del santo proprio in questa zona. Interessante è anche la Cattedrale dedicata a Sant’Emidio, il patrono della città, che è il risultato di perigliose vicende costruttive che si sono succedute dall’XI al XVI secolo.

Poco conosciuti, ma estremamente suggestivi sono i resti dell’antico Teatro romano, che sorgeva alle pendici del colle dell’Annunziata. Tale struttura fu edificata nel I secolo a.C., ma subì dei rimaneggiamenti nella prima metà del I e del II secolo d.C.

Le spiagge di Ascoli Piceno

La costa del Piceno si estende per 20 km e presenta un arenile pressoché sabbioso, di colore dorato, protetto dall’erosione attuata dalle acque marine, tramite poderose barriere rocciose disposte parallelamente alla riva.

Il mare è cristallino ed ospita fondali bassi, particolarmente adatti alla balneazione dei nuotatori neofiti e dei bambini. La sottigliezza della rena e la pulizia delle acque hanno contribuito all’assegnazione della prestigiosa Bandiera Blu, un riconoscimento conferito esclusivamente alle zone costiere migliori d’Europa.

Gran Parte del litorale è dotato di stabilimenti balneari ben attrezzati, che offrono servizi turistici di ogni tipo: ombrelloni, sdraio, docce calde, bagni, aree gioco, aree fitness e wellness, campi per attività sportive, cabine, ristoranti e bar.

Sono presenti anche spiagge libere, spesso dislocate tra le varie concessioni private e dotate di alcuni servizi, quali docce, bagni e cestini per i rifiuti. Tra queste domina, per la limpidezza delle acque e per la tranquillità, quella dislocata a nord dell’abitato di Grottamare. Tuttavia, suggestiva è anche quella che si trova verso Cupra Marittima.

Chi ama, invece, gli arenili sassosi, può visitare il tratto costiero che si estende presso la foce del Tesino a Grottammare, incantevole anche per la presenza di gabbiani ed uccelli migratori. Infine, per i naturalisti si raccomanda la spiaggia delle Sentina, paradiso naturale a nord del fiume Tronto, che conserva ancora un aspetto selvaggio ed incontaminato.

Trova la camera al prezzo migliore

Pianifica ora la tua vacanza