Camogli: meraviglia del Golfo Paradiso

0
535
camogli

Nel Golfo Paradiso si trova una delle più suggestive località della Liguria: Camogli, un borgo antico, sovrastato da imponenti rocce e lambito da un mare cristallino.

Spiagge

A Camogli si trova la Spiaggia di San Fruttuoso, un piccolo lido sassoso posto all’interno del Parco Naturale Regionale di Portofino, incastonato tra i monti liguri, raggiungibile mediante battello o via terra, percorrendo i sentieri del parco. Il mare, in questa zona, è meraviglioso, limpido e di colore verde, impreziosito sul fondale roccioso da radi ciuffi di Posidonia. L’arenile è composto da sassi di diverse dimensioni e circondato dalla suggestiva bellezza del paesaggio naturale. Si sconsiglia la visita durante il mese di agosto, poiché la spiaggia è estremamente affollata.

A 17 m di profondità si trova la statua del Cristo degli Abissi, posizionata in queste acque nel 1954, in memoria del subacqueo Dario Gonzatti che qui perse la vita. Essa può essere ammirata a pelo d’acqua o facendo snorkeling.

Aree naturali

Per gli appassionati di escursioni e passeggiate Camogli mette a disposizione numerosi sentieri, soprattutto nella zona del promontorio di Portofino. In poco più di un’ora di cammino si può raggiungere la cima del monte Portofino per godere della meravigliosa vista del Golfo di Genova. Oppure, si può scendere verso Porto Pidocchio, un piccolo, ma assai suggestivo, porticciolo presso Punta Chiappa.

Per i più avventurosi, dal lido della baia di San Fruttuoso si può seguire un percorso che passa a strapiombo sul mare, che conduce a San Rocco, passando presso Punta Chiappa.

Adatti per il trekking sono anche i sentieri che si dirigono a Semaforo Nuovo e Semaforo Vecchio, edifici dismessi dalla Marina Militare.

Nel territorio comunale di Camogli si trova un sito di interesse comunitario, di particolare valenza naturale e geologica, situato tra i fondali dei comuni di Camogli, Portofino e Santa Margherita Ligure. In tale habitat particolare si ritrovano praterie di Posidonia oceanica, coralli, grotte e numerose specie marine.

Cosa vedere a Camogli e dintorni

Per gli appassionati di cultura, Camogli garantisce diversi monumenti e luoghi d’interesse. Di particolare valenza è la Basilica di Santa Maria Assunta che sorge sul promontorio chiamato “Isola”, edificata nel 1200, caratterizzata da una facciata neoclassica e un interno barocco, dove si conserva la “Deposizione” di Luca Cambiaso, opera di Bernardo Castello.

Fondamentale è anche la visita di Castel Dragone che si erge a picco sul mare, utilizzato come struttura difensiva alle incursioni corsare. Oggi sede del Museo Civico Marinaro Gio-Bono Ferrari, dove sono conservate le testimonianze della vita marinara di Camogli. Nel centro storico del borgo si trova, invece, il Museo Civico Archeologico, che preserva reperti risalenti all’Età del Bronzo rinvenuti sulla collina Castellaro.

Proseguendo sul tracciato dell’antica Via Romana si giunge al Monastero di San Prospero costruito dagli Oivetani  nel XIX secolo, dove è racchiusa un’importante biblioteca con volumi e pergamene di notevole pregio.

Sulla strada per Ruta si ritrova, invece, il Santuario di Nostra Signora del Boschetto, edificato nel 1630, per ricordare Angiola Schiaffino che,proprio in questo luogo, nel 1518, ebbe un’apparizione. Non a caso, in tale luogo di culto sono conservati numerosi ex-voto marinari.

Trova la camera al prezzo migliore

Pianifica ora la tua vacanza