Escursioni da Cala Gonone: una guida per le vacanze 2022

60

Sardegna: basta la parola? Assolutamente sì! Dove trovare, in un Paese straordinariamente ricco di bellezza come l’Italia, un’isola così da sogno come la Sardegna, tra mare, entroterra selvaggio come in un western di Sergio Leone, tradizioni ricchissime, cucina da veri buongustai, scenari incantevoli e genti così di cuore? Lo sappiamo, l’Isola dei Quattro Mori è un paradiso terrestre: puntate il dito a caso su una cartina geografica della Sardegna e cascherete benissimo comunque. Detto questo, però, in questo articolo vogliamo parlare nello specifico di una frazione del comune di Dorgali, nel Nuorese, Sardegna orientale, che vi farà innamorare grazie alle sue bellezze paesaggistiche. Il suo nome è Cala Gonone: vuoi un esempio di ciò che sosteniamo? Facile: noleggia un gommone a Cala Gonone e ciò che ammirerai durante la gita ti lascerà senza parole.

COSA VEDERE A CALA GONONE E DINTORNI

Macchia mediterranea, profumo di mirto e soprattutto cale e spiagge isolate per momenti di vero relax in riva a un mare che più azzurro non si può: la costa di Cala Gonone è, in un contesto di assoluta meraviglia quale quello sardo, una delle più belle e amate dagli intenditori, anche perché periferica rispetto alle zone più battute dal turismo e quindi più vera e incontaminata.

Nel territorio di Cala Gonone, e raggiungibile via mare, c’è ad esempio una delle spiagge più belle e linde del pianeta, la meravigliosa Cala Luna. Si tratta di una lunga lingua di sabbia, con il mare da un lato e un laghetto di acqua dolce dall’altro e puntellata tutto intorno da delle grotte molto suggestive. La cosa bella è che, oltre che via gommone o traghetto, Cala Gonone è raggiungibile in kayak, per chi vuole abbinare alla natura un po’ di moto.

Per chi, oltre al relax e alla natura in solitaria ama anche fare trekking c’è poi Cala Goloritzé, peraltro luogo nominato patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Molto suggestiva la strada per arrivarvi in automobile, che costeggia il canyon di Gorropu, la gola più profonda d’Europa.

Se invece non volete proprio staccarvi dal mare (e vi capiamo benissimo, s’intende), una ghiotta e imperdibile possibilità per una gita indimenticabile è quella di percorrere in gommone (sempre sfruttando le agenzie di noleggio) il golfo di Orosei e magari spingervi fino all’unica spiaggia di sabbia fine della zona, quella di Cala Cartoe. Questa bellissima cala è raggiungibile peraltro anche via terra, attraverso un percorso molto suggestivo tra arbusti di ginepro e corbezzolo e maestosi faggi, con ampie possibilità di divertimento per gli amanti dell’arrampicata, visto che è ricco di pareti e ferrate a ridosso di panorami mozzafiato.

UN PO’ PIU’ IN LA’, LA CHICCA DI SU GOLOGONE

Se avete la possibilità (e la voglia) di spingervi un po’ di chilometri oltre Cala Gonone e Dorgali, c’è un luogo, nell’entroterra, che è una vera oasi di pace e bellezza quasi mistiche, paragonabile a quei magnifici luoghi eremitici dei monaci Zen dell’Asia. Stiamo parlando della sorgente di Su Gologone. Questo luogo fiabesco, all’interno del Supramonte di Oliena, è la principale risorgiva di un sistema carsico dove l’acqua fuoriesce da una spaccatura nella roccia calcarea, all’incredibile profondità di 135 metri, che costituisce uno dei luoghi più amati dagli studiosi e dagli appassionati di speleologia non solo in Italia.

Trova la camera al prezzo migliore

Pianifica ora la tua vacanza