Gallipoli da scoprire

0
53
Gallipoli

Gallipoli da scoprire

Gallipoli è una nota località posta lungo la costa occidentale del Salento, conosciuta anche come la Perla dello Ionio. Essa è un importante centro storico, artistico, culturale e balneare, che attrae ogni anno migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Luoghi e monumenti da visitare

La città di Gallipoli si divide nel borgo antico e nel borgo nuovo, collegati tra loro da un ponte in muratura. Per quanto riguarda il primo, esso fu progettato dai greci con un andamento simile ad un labirinto, al fine di riparare le abitazioni dei pescatori dal vento. In questa zona si ritrova il Castello Angioino-Aragonese, chiuso al pubblico tranne che per il Rivellino, ovvero la parte più alta, che in estate viene trasformata in cinema.

All’interno del centro storico si può ritrovare una spiaggetta, a cui si accede tramite una scalinata che giunge fino al porto. Tale insenatura viene detta Spiaggia della Purità, dal nome della chiesa che si trova posizionata proprio sopra, dove è conservata la statua di Santa Cristina, la patrona della città, che viene festeggiata ogni anno il 24 luglio.

Nella parte più antica della città si ritrovano anche altre chiese interessanti, come la Cattedrale di Sant’Agata, massima espressione dell’arte barocca, e quella di San Francesco d’Assisi, dove è conservata la statua lignea del “Malladrone”, ovvero del ladrone malvagio che era stato crocefisso accanto a Cristo.

All’inizio del ponte in muratura si trova la fontana greca, risalente al XVI secolo, che riporta dei bassorilievi caratterizzati  dalle metamorfosi di personaggi mitologici e dalle chiese appartenenti  alle confraternite di arti e mestieri che rappresentavano la città.

Booking.com

Il mare e le spiagge

Gallipoli è anche nota per i suoi due litorali: quello a sud, che collega Gallipoli a Santa Maria di Leuca, assai lungo e per lo più sabbioso, dove si alternano stabilimenti balneari a tratti di spiaggia libera, non attrezzata. Uno dei lidi più famosi è quello di Punta della Suina: una vera e propria attrazione per i turisti.

Spostandosi, invece, verso il litorale nord, che collega Gallipoli a Santa Maria al Bagno, si trova un ambiente più frastagliato, ricco di scogliere, tant’è che gli stabilimenti, in questa zona, sono in numero più ridotto. Tuttavia, tale zona costiera è molto apprezzata da coloro che si dilettano con lo snorkeling e le immersioni.

Tradizione enogastronomica

La città di Gallipoli è caratterizzata da un’importante tradizione gastronomica, caratterizzata da ingredienti poveri di derivazione contadina, dove predominano i legumi, gli ortaggi e le verdure. Tuttavia, i veri protagonisti della cucina gallipolina sono i prodotti del mare, con cui vengono realizzati piatti eccezionali, come la “Scapece”, che prevede l’utilizzo di piccoli pesci fatti marinare con la mollica di pane, aceto e zafferano.

Interessante è anche “Lu purpu alla pignata”, ovvero polipo al sugo, servito in terracotta. Altri piatti tipici sono la “Pitta de patate”, un pasticcio di patate e ricotta forte cotto al forno, e le “Municedde” ossia lumache arrostite o in umido, ma anche le varie versioni della zuppa di pesce.

Per gustare al meglio le pietanze della tradizione è bene accompagnarle con un buon vino locale. Tra i più pregiati si ricordano: per quanto riguarda i rossi, la Malvasia, il Lambrusco, il Negroamaro e il Primitivo, mentre per i bianchi il Moscato e lo Chardonnay.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here