Porto Cesareo: tanti luoghi e tradizioni da scoprire

0
59
porto-cesareo

Porto Cesareo: tanti luoghi e tradizioni da scoprire

Porto Cesareo è un comune della provincia di Lecce, situato sulla costa ionica e nella Terra d’Arneo, ovvero un’area che prende il nome da un antico casale e racchiude diversi comuni accomunati da una medesima caratterizzazione paesaggistica.

Il litorale è prevalentemente sabbioso ed è caratterizzato da dune costiere, scogli e isolotti, la tra i quali si ricordano l’Isola Grande, detta anche dei Conigli, ricoperta da acacie e da pini d’Aleppo, e l’Isola della Malva.

I fondali ospitano nelle zone sabbiose la cosiddetta prateria sommersa di Posidonia oceanica, che garantisce nutrimento e protezione a numerosi organismi marini e, nelle aree rocciose, al corallo di diverse colorazioni. La fauna marina è costituita da molluschi, crostacei, pesci e tartarughe. Tutto ciò ha contribuito all’istituzione, nel 1997, dell’Area naturale marina protetta di Porto Cesareo.

Luoghi d’interesse artistico e storico

Una delle maggiori attrazioni della città sono le torri di avvistamento, che avevano la funzione di proteggere il territorio dai continui attacchi dei nemici e, in particolar modo, dei turchi. La più famosa è la Torre Cesarea, detta anche Torre Capitana, poiché aveva potere di giurisdizione su tutte le altre. Essa è situata nella parte meridionale dell’abitato e ha una forma quadrangolare. Fu costruita tra il 1586 e il 1570, per poi essere abbattuta ed, infine, riedificata nel 1622.

Per quanto riguarda l’architettura religiosa, da non perdere è la Chiesa della Madonna del Perpetuo Soccorso, che fu eretta nel 1880 dal vescovo di Nardò, Michele Mautone. Essa è caratterizzata da una facciata neoclassica con due paraste doriche e da un timpano triangolare. L’interno presenta una navata rettangolare con volta a stella e due nicchie laterali che conservano le statue in cartapesta di Santa Cesarea e della Madonna del Perpetuo Soccorso.

Booking.com

Nel centro storico, inoltre, legati al mare, si ritrovano anche: il Museo ittico, dove si possono ammirare specie rare di pesci; la stazione di Biologia Marina e il Museo Talassografico, dove sono ricostruiti diversi ambienti, tratti di costa e fondali.

Spiagge e aree naturali

Le spiagge più belle di Porto Cesareo sono dislocate tra Torre Lapillo e Punta Prosciutto, caratterizzate da mare limpido, sabbia bianca e una serie di dune. Sono presenti strutture attrezzate per i turisti, come ombrelloni, sdraio, bar, ville e case vacanza. Nell’abitato è presente una spiaggetta, ma è poco consigliata poiché è sempre molto  affollata e presenta un’estensione ridotta.

Porto Cesareo presenta anche: un’area marina protetta, che si estende da Punta Prosciutto, a nord, fino Torre dell’Inserraglio, a sud, istituita nel 1997, grazie alla varietà di fauna presente; la Riserva Naturale Orientata Regionale “Palude del Conte e Duna Costiera, riconosciuta nel 2006, che si divide in tre zone: le dune di Punta Prosciutto, la zona umida retrostante e il Bosco dell’Arneo; le spunnulate di Torre Castiglione; Penisola della Strea, colle Belvedere e arcipelago di isolotti.

Cucina e folklore

La cucina di Porto Cesareo è molto ricca e saporita, specializzata prevalentemente nei piatti a base di triglie, gamberi rossi, ostriche e cozze. Non a caso in città si trova la via delle pescherie, situata nei pressi del porto, in cui è possibile gustare tanti piatti tipici a base di prodotti provenienti dal mare, ma anche immergersi nel folklore e nelle tradizioni locali. Infatti, in questa zona, a luglio, si tiene la Sagra del Pesce, dove è possibile gustare tante pietanze preparate con il pescato locale.

Durante l’estate, una delle feste più sentite è il Palio di Porto Cesareo, una manifestazione che coinvolge tutti i rioni storici in una gara di barche a remi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here