Isola Maddalena: le bellezze naturali e le spiagge

0
483
Isola Maddalena

La Maddalena è l’isola principale dell’arcipelago omonimo, posto a nord-est della Sardegna. É di natura granitica, caratterizzata da arenili sabbiosi, scogliere impervie e dalla macchia mediterranea. Essa rientra, come tutte le isole che compongono l’arcipelago, in un parco nazionale, a cui cede anche il nome: un’area terrestre e marina protetta, di particolare interesse comunitario.

Cenni storici

L’Isola del La Maddalena è stata abitata dall’uomo fin dal Neolitico, come dimostrano i resti rinvenuti nei tafoni (particolari cavità della roccia, di dimensioni ridotte) della zona di Spalmatore. Tale zona fu abbandonata a seguito della caduta dell’Impero romano d’Occidente e ripopolata a partire dal XVII secolo, con l’arrivo di pastori còrsi, provenienti dall’Alta Rocca.

Le spiagge più belle dell’Isola Maddalena

Se in passato l’economia di questa particolare zona della Sardegna si è basata soprattutto sullo sfruttamento delle cave di granito, sulla pesca e sulle attività della marina militare, negli ultimi decenni ha preso piede il turismo balneare e naturalistico, grazie ai meravigliosi tratti di litorale e alle acque terse che circondano l’arcipelago, perfette per fare snorkeling ed immersioni.

Tra le spiagge più belle si trova quella di Bassa Trinità, composta da tre calette, che presentano sabbia fine e chiara, nonché un mare cristallino, di colore blu intenso. Tale tratto di litorale è facilmente raggiungibile e dotato di un ampio parcheggio. Suggestiva è anche Punta Tegge, dove si alternano zone rocciose e zone sabbiose, e Cala Francese, che è caratterizzata da una cava di granito.

Nella parte meridionale dell’isola si trova anche Testa del Polpo, il cui nome deriva dalla grande roccia presente in questa zona, che ricorda la testa di un polipo. Si tratta di un tratto di costa caratterizzato da sabbia bianca e da formazioni rocciose che emergono dall’acqua.

Spostandosi verso nord, si incontra Cala Lunga di Porto Massimo, che è bagnata dal mare più bello di tutta la Sardegna ed è raggiungibile dalla strada panoramica che si sviluppa subito dopo la baia di Spalmatore.

Infine, è importante ricordare la spiaggia Rosa, situata sull’isolotto di Budelli, che può essere visitata solo se accompagnati da una guida del parco nazionale.

Aree naturali protette

La Maddalena fa parte dell’omonimo Parco Nazionale, che è un sito di interesse comunitario ed è caratterizzato da 700 entità vegetali, 50 specie endemiche e altre estremamente rare, nonché numerosi habitat.

Per quanto riguarda la flora, a dominare è la vegetazione della macchia mediterranea, con piante di ginepro, corbezzolo, fillirea, lentisco, mirto, erica, calicotome, cisto ed euforbia. Il paesaggio delle isole è assai condizionato dal vento, dall’aridità e dalla povertà dei suoli, ma anche dall’altitudine e dalla distanza dalla terraferma. Qui sono presenti associazioni vegetali uniche e rare, come i ginepreti, che non si trovano nel resto dell’area mediterranea. Presso i fondali marini, degne di nota sono le praterie di Posidonia, che favoriscono lo sviluppo di importanti specie protette.

Il parco è molto importante per la fauna vertebratica (anfibi, rettili, mammiferi), ma soprattutto per gli uccelli marini nidificatori, come il gabbiano corso e il Marangone dal ciuffo. Tale zona, inoltre, rappresenta un luogo di sosta fondamentale per gli uccelli migratori transahariani. Importanti sono anche le specie marine, come le cernie brune e corvine, ma anche le tartarughe, i capodogli,i  balenotteri, i delfini ed i tursiopi.

Trova la camera al prezzo migliore

Pianifica ora la tua vacanza