Vacanze in Sardegna: cosa vedere e perché andare in barca

8

La Sardegna è tra le mete estive più amate dai turisti italiani e non. L’isola infatti ha moltissimo da offrire, non solo dal punto di vista naturalistico, anche se sono soprattutto il mare cristallino e le sue bellissime spiagge ad attirare ogni anno migliaia di vacanzieri.

Situata nel Mar Mediterraneo, la Sardegna conta oltre 2000 km di costa sabbiosa, ideale per chi ama trascorrere le giornate all’insegna del relax, grazie a una barca, andare alla scoperta delle calette più o meno nascoste.

Cale della Sardegna: quali vedere e come visitarle

La Sardegna è una delle isole italiane più grandi e di certo non bastano un paio di giorni per goderla a pieno.

E’ bene infatti scoprire sia la costa sarda quanto il suo entroterra, ideale per gli appassionati di escursionismo. Tra le cose più affascinanti da vedere in Sardegna ci sono senza dubbio le sue numerose calette, la maggior parte delle quali sono raggiungibili solo a bordo di una barca. Avete mai pensato ad aggiungere un tocco di originalità alle vostre vacanze e regalarvi un’esperienza diversa dal solito?
Scegliendo un servizio di noleggio yacht in Sardegna, è possibile ottenere il giusto mezzo di trasporto per muoversi da una caletta all’altra evitando le folle di turisti estivi che si spostano su strada.

Trascorrere una giornata in mare lungo le coste di questa straordinaria isola permette di vivere dei momenti di pace e distacco dal mondo, con la comodità di un mezzo di trasporto che consente di visitare anche quei luoghi che sarebbero irraggiungibili via terra. Calette meravigliose e suggestive, spesso deserte, proprio perché riservate a chi ha la fortuna di arrivare in yacht.

Tre cale della Sardegna da visitare

Se state programmando il vostro soggiorno in Sardegna, vi consigliamo di non perdere l’occasione di visitare quelle che sono le spiagge e le calette nascoste più belle dell’isola. Sono delle vere e proprie perle, che meritano di essere viste almeno una volta perché rimangono nel cuore.

  1. Cala Mariolu: è una delle cale più belle della Sardegna e si trova tra le falesie a picco sul mare. Il nome deriva dalla leggenda secondo la quale proprio qui si trovava la foca monaca, che rubava il pesce dei pescatori. Il modo più comodo per raggiungerla è via mare, in quanto via terra bisogna intraprendere un percorso impegnativo di trekking. Questa parte di costa sarda è letteralmente meravigliosa, contraddistinta da sabbia rosa e un fondale di sassolini bianchi.
  2. Cala Spinosa: ancora una volta, consigliamo di raggiungere la spiaggia via mare, considerando che via terra il percorso è ripido e faticoso. In ogni caso vale davvero la pena dedicarle una tappa, perché essendo situata nella zona settentrionale di Capo Testa. L’acqua sfuma dal blu cobalto fino ad arrivare allo smeraldo, assolutamente perfetto per gli amanti delle immersioni subacquee.
  3. Cala Coticcio: situata sull’Isola di Caprera, qui la spiaggia bianca entra in contrasto con le sfumature azzurre e la roccia rosa, sulla quale crescono il ginepro, il lentisco e il cisto. Ovviamente è indispensabile una barca o uno yacht per raggiungerla. Una curiosità? Se siete amanti della storia, vi sveliamo che è proprio in questa isola che Garibaldi trascorse gli ultimi due decenni e mezzo di vita.

Trova la camera al prezzo migliore

Pianifica ora la tua vacanza