Catania: spiagge e divertimento

149
Catania

Catania è un comune della costa orientale della Sicilia, affacciato sul mar Ionio e posto alle pendici dell’Etna. Esso è meta annuale di numerosi vacanzieri, che rimangono affascinati dalla bellezza delle sue spiagge e dall’intensa movida, favorita dalla presenza di ristoranti, caffè ed attrazioni locali.

Il litorale catanese

La costa catanese è costellata di spiagge meravigliose, tra le quali si ricordano:

Booking.com
  • la Spiaggia di San Marco di Calatabiano, che si trova a poca distanza dall’Etna ed è immersa in un’area di grande valenza naturalistica, dove si ritrovano alberi d’eucalipto e di acacia. L’arenile è caratterizzato da sabbia e ciottoli ed è bagnato da acque azzurre e cristalline, la cui bellezza viene preservata grazie al ridotto numero di insediamenti presenti nella zona. In alcuni punti si trovano attrezzature balneari, come ombrelloni e lettini, ma non in maniera massiccia;
  • la Spiaggia Praiola di Giarre, che è incastonata nella zona litoranea del Chiancone, ovvero una vasta porzione di territorio destinata alla coltivazione e attraversata da numerosi torrenti. Si tratta di un arenile di origine vulcanica, incorniciato da un imponente costone di tufo, e bagnato da un mare trasparente, ricco di suggestivi riflessi;
  • la Spiaggia del Mulino di Acireale, che racchiude un tratto del costone roccioso della Timpa ed è difficile da raggiungere. La costa, infatti, è accessibile solo tramite sentieri scoscesi, consigliati esclusivamente agli esperti camminatori. Essa è coperta da un arenile sabbioso ed è lambita da acque limpide e cristalline, con fondali che digradano dolcemente;
  • la Spiaggia di Aci Castello, che è particolarmente consigliata agli appassionati di snorkeling, grazie alla suggestiva bellezza delle acque azzurre e dei fondali popolosi di fauna marina. Tale tratto litoraneo è caratterizzato da costiere laviche, che si interrompono in corrispondenza del massiccio sperone di roccia, dove sorge il castello normanno che domina la città;
  • la Spiaggia di Aci Trezza, dalla quale si può godere della suggestiva vista dei Ciclopi, ovvero di colossali faraglioni che si stagliano nel mare. Anche qui i fondali sono strepitosi e particolarmente adatti alle immersioni;
  • la Spiaggia di Marina di Cottone caratterizzata da un arenile ghiaioso, che alterna tratti liberi a tratti attrezzati. Anche i fondali sono cosparsi da ghiaia, la quale favorisce la limpidezza delle acque. Alle spalle si estende la riserva naturale del Fiumefreddo, che contribuisce ad impreziosire il panorama;
  • la Plaia di Catania, ovvero la spiaggia della città, che attrae numerosi bagnanti grazie alla sabbia dorata e al mare blu, con fondali che digradano dolcemente verso il largo. Il litorale è quasi interamente occupato da stabilimenti balneari, provvisti di ogni servizio. Tuttavia, l’amministrazione comunale ha preservato tre tratti liberi di costa;
  • la Spiaggia Foce Simeto, che è situata all’interno della Riserva Naturale Oasi del Simeto, ed è composta da un arenile fluviale di sabbia chiara, lambito da acque cristalline. Tuttavia, un tratto di costa è vietato alla balneazione, poiché qui viene riversata la foglia di Catania, ma anche per esigenze di tutela ambientale. In questa zona, infatti, si trovano numerosi stagni caratterizzati da una florida avifauna.

I chioschi e la vita notturna catanese

Oltre alla bellezza delle spiagge, Catania offre un’intensa vita notturna, che si concentra per lo più nel centro cittadino, tra piazza Duomo, piazza Università e piazza Vincenzo Bellini, dove si trova la maggior parte dei locali o dove avvengono interessanti manifestazioni, come i caffè-concerto.

Un’importante attrazione catanese, sono i chioschi delle bevande, dove vengono servite bibite di vario genere, tipiche della tradizione locale. Tale fenomeno ebbe inizio nel 1896, con il chiosco Costa e on quello Vezzosi, per poi diffondersi in tutta la città. Molto diffusa è la tradizione degli sciroppi di frutta mescolati al seltz, tra i quali il più celebre rimane quello al limone e sale e quello al mandarino al limone.