Porto Cervo: gioiello della Costa Smeralda

0
451
Porto Cervo

Porto Cervo è un comune della Sardegna occidentale, posto in provincia di Sassari. É il principale centro della Costa Smeralda, nonché un rinomato luogo di villeggiatura, che si sviluppa attorno al porto naturale, la cui forma rimanda a quella di un cervo.

La storia

Il porto fu edificato negli anni Sessanta, per volere del principe Karim Aga Khan IV, che rimase talmente affascinato dalla bellezza di questa zona, che decise di acquistarla, al fine di realizzarne un sito turistico. Tuttavia, egli si affidò allo scenografo francese Jacques Couelle e, successivamente, all’architetto Luigi Vietti, i quali promossero delle strutture in cui si ritrovano assieme stilemi e forme sarde, spagnole, provenzali, caprese, amalfitane, pugliesi, greche, e ancora sicule e magrebine. La critica ha condannato duramente tale tipo di intervento, facendolo rientrare nel Kitsch di lusso. Gli sviluppi successivi hanno tentato di attuare una razionalizzazione, ma con scarsi risultati, a parte alcune architetture ben riuscite, come lo Yacht Club.

Il litorale

Questo tratto di costa racchiude alcune delle spiagge più belle della Sardegna, che sono in grado di accontentare ogni tipo di vacanziero: da quello che è in cerca di relax e di tranquillità, a quello che è vuole soggiornare nel lusso e frequentare spiagge esclusive, ma anche alle famiglie con figli piccoli al seguito.

  1. Spiagge libere

Nei pressi di Porto Cervo non ci sono spiagge, poiché è presente una scogliera estremamente frastagliata. Per trovare dei piccoli angoli di paradiso è necessario spostarsi verso sud. Particolarmente suggestiva è Razza di Juncu, posta a circa 15 km dall’abitato, che può essere raggiunta facilmente percorrendo la SP94 e imboccando successivamente una strada sterrata. Si tratta di un posto incantevole, caratterizzato da sabbia dorata e da un mare cristallino, con fondali bassi che degradano dolcemente.

Poco più a nord si trovano altri due suggestivi tratti costieri, ovvero Liscia Ruja e Cala Petra Ruja. Essi sono ancora incontaminati e di estendono per una lunghezza di circa 600 m. L’arenile è composto da sabbia fine e chiara, ed il mare è cristallino, ricco di riflessi smeraldo, particolarmente apprezzato dagli amanti dello snorkeling e delle immersioni, per la bellezza e la ricchezza dei fondali.

  1. Le spiagge più belle

Una delle spiagge più suggestive della zona è il Piccolo Pevero, situato a 3 km da Porto Cervo. Si tratta di una zona costiera esclusiva, assai frequentata da personaggi famosi, vista la bellezza della macchia mediterranea, delle acque trasparenti e dell’arenile sabbioso, ben attrezzato e provvisto di ogni comfort.

A sud, a 5 km di distanza dall’abitato di Porto Cervo si trova, invece, La Cerva: una spiaggia di sabbia a grana grossa e di colore rossastro, caratterizzata da massi granitici, che delimitano il litorale. É meta prediletta dei subacquei e di quanti compiono immersioni, poiché qui si può godere di suggestivi fondali, ricchi di flora e fauna marina.

A circa 5 minuti di auto, in direzione sud-est, sorge la spiaggetta di Romazzino, che si distingue per la sabbia fine e dorata, e il mare cristallino, dai riflessi cangianti. Poco distante, è un altro golfo naturale, che ospita la cosiddetta Spiaggia del Principe, la quale si caratterizza per la scogliera rocciosa che si sviluppa ai lati, per i fondali unici, ma anche per uno scoglio posto al centro, che divide il litorale in due. Si tratta di un tratto costiero ancora incontaminato e selvaggio, che attrae diversi yacht e barche di lusso.

A circa mezzo di distanza da Porto Cervo, e vicino a Porto Rotondo, si trova la Spiaggia Ira, che si estende per una lunghezza di 100 m. La zona presenta fondali bassi e calmi, al riparo da correnti, e un mare cristallino. La parte centrale dell’arenile è attrezzata, mentre i lati sono per lo più liberi.

Trova la camera al prezzo migliore

Pianifica ora la tua vacanza