Porto Giunco: la spiaggia dei due mari

56

Porto Giunco è una delle spiagge più belle e rinomate della costa sud-orientale della Sardegna, a nemmeno 10 km da Punta Molentis. Si trova a poco più di 60 km da Cagliari, nel Comune di Villasimius, in territorio in cui il paesaggio trova orizzonti inaspettati. Si caratterizza per la sabbia soffice e molto chiara, con sfumature di un rosa delicatissimo, dovute alla presenza di frammenti microscopici del granito locale, che ha, appunto, tonalità rosate. Diventano più intense mano a mano che ci si avvicina alla riva.

Il primo colpo d’occhio lascia subito senza fiato. Porto Giunco, infatti, è sospesa tra il mare, con la sua prospettiva infinita e ricca di azzurro, e la laguna, situata alle sue spalle. L’insieme è un gioco di colori che partono da cromie tenui per poi trovarne altre più intense, in un crescendo rossiniano in cui l’emozione, però, genera una sensazione di piacevole relax.

La spiaggia fa parte dell’Area Protetta di Capo Carbonara, la quale si estende per 86 chilometri quadrati sviluppati tra terra e mare. Risulta delimitata a Ovest da Capo Boi e a Est da Punta Porceddus, dove c’è la zona che precede l’Isola di Serpentara. Porto Giunco è a sua volta delimitata a Nord dal Promontorio di Porto Luna, che a sua volta la separa da un’altra spiaggia superba: Cala Molentis.

La spiaggia di Porto Giunco

Porto Giunco è nota con molti nomi e tutti hanno qualcosa che la descrive: spiaggia del Giunco, Notteri, spiaggia dei due mari. Quest’ultimo, certamente, è quello che, effettivamente, offre un’idea di una delle caratteristiche che più salta agli occhi all’arrivo: sembra infatti di essere sospesi come un giunco che ondeggia tra due mari. Notteri, invece, si riferisce allo stagno presente nella zona retrostante ed è famoso in quanto dimora di eccellenza dei fenicotteri rosa nonché per il contesto naturalistico di eccezione.

I colori sono superbi, non a caso diversi registi hanno scelto proprio Porto Giunco come location per gli spot pubblicitari. L’arenile è di ampie dimensioni e permette di ospitare un ampio numero di persone in totale comodità. Della sabbia abbiamo già detto: è qualcosa di unico nel suo genere e ben si armonizza con la natura selvaggia del mare e della macchia mediterranea, che qui sembra ancora più selvaggia.

I servizi della spiaggia di Porto Giunco

Porto Giunco è in larga parte una spiaggia libera, ma non mancano i servizi per chi desidera stare in questo angolo di paradiso godendo dei comfort della modernità. Tra lettini, ombrelloni in paglia, amache, noleggio natanti, talassoterapia e una buona accessibilità per le persone con disabilità si distingue per essere luogo non solo magnifico ma decisamente accogliente, capace di mettere d’accordo tutti.

Il fondale, bassissimo, morbido e trasparente, permette sia di fare delle piacevoli passeggiate con i piedi immersi nell’acqua, sia di bagnarsi con grande facilità, risultando adatto anche ai bambini e a quanti hanno difficoltà a nuotare. È inoltre un paradiso per coloro che amano praticare snorkeling, complice la varietà di specie marine ammirabili.

A completare il quadro, due promontori che delimitano il confine di questa porzione di costa, silenziosi guardiani dei venti e di tutto quanto arriva dall’esterno a turbare la quiete. La sensazione è quella di essere protetti da tutto, permettendo quindi di prendere fiato dallo stress e rilassandosi nel profondo. Porto Giunco è un luogo che porta di suo a distendere la mente.

Su uno dei due promontori, quello situato sul lato destro della spiaggia per l’esattezza, c’è una torre di avvistamento spagnola – detta Torre di Porto Giunco – che si lascia ammirare volentieri, offrendo maggiore orientamento; la sua edificazione risale al XVI secolo. La torre è un punto panoramico a cui vale la pena accedere, cosa che è possibile fare con una certa facilità complice la presenza di un sentiero in buone condizioni. Da qui si gode una vista meravigliosa sul contesto circostante.

Come arrivare a Porto Giunco

Il modo migliore per arrivare a Porto Giunco è in auto o in moto. È necessario seguire le indicazioni per Villasimius e da qui dirigersi verso il lato sud della strada principale, per poi proseguire verso la spiaggia di Porto Giunco. È possibile approfittare dei servizi offerti da diversi tour operator della zona per fare escursioni della durata di un giorno in barca o quad, visitando l’area protetta di Capo Carbonara di cui questa splendida località è una delle perle più belle.

Il sentiero tra il parcheggio e la spiaggia

La spiaggia dispone di parcheggio a pagamento, fruibile a un costo accessibile per l’intera giornata. È collegato alla spiaggia da un sentiero piacevolissimo da percorrere, immerso in un boschetto di eucalipti che emanano un effluvio balsamico di odori. Nei dintorni ci sono delle dune coperte di macchia mediterranea.

Il percorso si snoda intorno allo Stagno di Notteri, che presenta a sua volta colori molto luminosi e trasparenti. Oltre ai fenicotteri rosa ospita diverse specie di uccelli migratori, risultando un punto di osservazione particolarmente interessante per gli amanti del birdwatching. Qui, fino a non molto tempo fa, la vegetazione si caratterizzava per la presenza di un ampio numero di canneti di giunco. Si spiega così il nome della spiaggia.

Trova la camera al prezzo migliore

Pianifica ora la tua vacanza