Ramla Bay: la spiaggia più bella di Gozo

0
237
Ramla Bay

Presso Gozo, isola dell’arcipelago maltese, si trova la rinomata Ramla Bay: un’ampia spiaggia di sabbia rossa, carica di suggestioni naturalistiche e testimonianze mitologiche e romane, bagnata da acque verdi-blu, ricche di fauna marina, perfette per gli amanti dello snorkeling e per coloro che praticano immersioni. Questo tratto di litorale, facilmente accessibile, è ancora selvaggio ed incontaminato, poiché non si trovano strutture alberghiere, ma solo qualche bar. Inoltre, è poco affollato, per tanto ideale per coloro che amano rilassarsi in totale tranquillità.

La spiaggia

La Ramla Bay è una delle spiagge più belle di Gozo, nonché dell’intera Malta. Si tratta di un ampio tratto di arenile di sabbia rossastra (i locali, infatti, la conoscono con il nome di Ramla il-Ħamra, ovvero la “spiaggia di sabbia rossa”), situato nei pressi della verdeggiante vallata di Xagħra (a circa 45 minuti a piedi), caratterizzata da suggestivi terrazzamenti ideati dagli agricoltori per sfruttare al meglio il territorio. Tuttavia, la baia può essere facilmente raggiunta anche dal villaggio di Nadur, avvalendosi dell’efficiente servizio autobus, che si trova in questa zona e che copre le diverse ore della giornata.

Tale tratto costiero è ancora quasi del tutto incontaminato: sono presenti, infatti, pochi bar ed un chiosco. Il mare è limpido ed azzurro, ed è dotato di fondali ricchi di fauna marina, perfetti per fare snorkeling ed immersioni subacquee. La trasparenza delle acque e la bassa profondità, favoriscono anche la balneazione dei più piccoli e dei nuotatori poco esperti.

La spiaggia è l’ideale anche per prendere il sole in totale relax, poiché è poco affollata, anche durante l’alta stagione ed è soleggiata durante tutta la giornata. É molto amata dai turisti, ma anche dai locali, che vi si recano durante i momenti di pausa e per trovare refrigerio dalla calura estiva. Presso l’arenile è possibile affittare sdraio ed ombrelloni a pagamento, oppure portare la propria attrezzatura e posizionarla dove più si preferisce. Gli amanti della tintarella possono dotarsi semplicemente di asciugamano e di cappellino, per evitare le insolazioni.

Antiche suggestioni

La spiaggia è carica anche di antiche suggestioni, come dimostrano le rovine di una villa romana, che emerge tra i fichi d’india. Una dimora lussuosa, decorata con marmi e stucchi e dotata di un bagno caldo, rifornito di acqua da una fonte posta nelle immediate vicinanze.

Sul lato occidentale si scorge anche l’incantevole Grotta di Calipso, dalla quale è possibile avere una panoramica completa della baia, che rimanda al poema omerico dell’Odissea. Secondo la leggenda, infatti, è proprio a Gozo che la ninfa Calipso trattenne Ulisse dalle sue peregrinazioni per ben 7 anni. Intorno a tale anfratto roccioso non si è sviluppata alcuna abitazione, poiché secondo una credenza popolare, la spelonca sarebbe ancora abitata dallo spirito dell’eroe, che emetterebbe strani lamenti. Si può arrivare alla grotta tramite un sentiero tortuoso, percorribile anche in auto.

Nel 1881, nella zona circostante è stata collocata una statua della Vergine Maria col Bambino, che si erge su di un piedistallo bianco, da cui è possibile godere di una meravigliosa vista che abbraccia tutta la baia.

Trova la camera al prezzo migliore

Pianifica ora la tua vacanza