Sabaudia: spiagge e bellezze artistiche

0
472
Sabaudia

Sabaudia è un comune ubicato nel cuore dell’Agro Pontino, caratterizzato da tratti di litorale sabbioso attraversato da dune, ma anche zone boschive e zone umide, quasi paludose, posizionate tra tre laghi costieri: il lago di Sabaudia, il lago dei Monaci e il lago di Caprolace. Parte del territorio comunale, per la sua bellezza e la sua ricchezza, è stato nominato parco Nazionale del Circeo, e attrae ogni anno, insieme alle zone balneari, migliaia di turisti.

Le spiagge

Il litorale di Sabaudia, uno dei più belli del Lazio, si estende da Torre Paola fino a Latina, ed è orlato da alte dune, coperte dalla macchia mediterranea, dove dominano delle specie protette, come le leguminose dai fiori gialli, le unghie di strega e i gigli di mare. Per evitare di compromettere la loro crescita sono state, infatti, realizzate delle passerelle di legno, che permettendo l’accesso alla spiaggia.

Il lido di Torre Paola, separato dalla duna costiera dal canale della Darsena di Paola e impreziosito dalla suggestiva architettura di avvistamento, a cui deve parte del toponimo, è coperto da un arenile sassoso. Si tratta di un tratto costiero poco frequentato, soprattutto dalle famiglie accompagnate da bambini.

La spiaggia vera e propria ha inizio oltre il canale romano: un’ampia distesa di dune sabbiose, il cui primo tratto è occupato dal lussuoso stabilimento balneare di Saporetti. Adatto a chi cerca un servizio di qualità e non ha problemi di portafoglio. Qui è possibile noleggiare lettini, ombrelloni e attrezzature per praticare sport acquatici, come tavole da surf e canoe.

Poco distante è, invece, un tratto costiero ben attrezzato, ma caratterizzato da strutture meno costose, tant’è che risulta spesso assai affollato. Man mano che si prosegue, si può incontrare una zona di litorale libera e poco praticata, poiché distante dagli accessi stradali.

Più ci si spinge verso Latina, meno la spiaggia diventa battuta. Particolarmente suggestiva è la quella de La Bufalara, così denominata per la presenza, nel lato opposto alle dune, di una pianura dove vivono in libertà delle bufale. Si tratta di una zona dal sapore selvaggio e quasi del tutto deserta.

A Sabaudia è presente un’unica spiaggia accessibile ai cani, denominata Sabau Beach, situata nel tratto di Sant’Andrea. Tuttavia, l’acceso è limitato, infatti, possono accedere solo 15 cani per volta.

Luoghi e monumenti da visitare

Sabaudia presenta diversi luoghi  e strutture d’interesse, che testimoniano un glorioso passato. Tra le architetture religiose si ricorda la Chiesa della Santissima Annunziata, caratterizzata al suo interno dalla cappella reale: dono della regina Margherita di Savoia al comune laziale.

Spostandosi presso il lago di Paola è possibile, invece, visitare il Santuario di Santa Maria della Sorresca, del XII, che preserva l’antica statua lignea della Sorresca, portata in processione tutti gli anni il lunedì dopo la Pentecoste.

Interessanti sono anche alcuni edifici pubblici risalenti alla fondazione, di concezione razionalista, tra i quali emerge palazzo delle Poste, opera di Angiolo Mazzoni, composto da un piano rialzato raggiungibile mediante una scalinata. Esso è rivestito interamente di tessere azzurre e illuminato da ampi finestroni, circondati da un cordolo in marmo rosso di Siena e da un raffinato cornicione.

Per gli appassionati di storia romana, Sabaudia conserva i resti della suggestiva Villa di Domiziano, riconducibile al I secolo d.C., e la Fonte di Lucullo, utilizzata anche come vasca per gli impianti termali. Lungo il litorale è presente anche il porto-canale romano in opus incertum e la medievale Torre Paola, che si impone sulle propaggini del promontorio del Circeo.

Trova la camera al prezzo migliore

Pianifica ora la tua vacanza