Senigallia: meta turistica d’eccellenza della costa adriatica

196
Senigallia

Senigallia è una delle principali località turistiche delle Marche, che richiama vacanzieri da ogni parte d’Italia e d’Europa. La principale attrattiva è rappresentata dalla suggestiva spiaggia di Velluto, che è stata più volte fregiata della Bandiera Blu, per l’alta qualità delle acque di balneazione, i servizi offerti ai turisti e la sicurezza garantita presso il litorale. Tuttavia, la cittadina costiera è conosciuta anche per il rinomato patrimonio artistico, composto da chiese, palazzi civili e reperti archeologici, che rimembrano un glorioso passato.

Le spiagge di Senigallia

Senigallia dispone di un litorale di 14 km, caratterizzato da stabilimenti balneari ben attrezzati e di facile fruizione alle persone affette da difficoltà motoria e da genitori provvisti di passeggini, grazie la presenza di passerelle che conducono fin sull’arenile.

La spiaggia è composta da finissimi granelli di sabbia dorata, che hanno contribuito a conferirle l’appellativo di “velluto”, oggi molto utilizzato anche dai turisti. Il mare è cristallino e limpido, di colore turchese, con fondali bassi e dolcemente digradanti verso il largo, che favoriscono la balneazione dei più piccoli, ma anche dei nuotatori inesperti e degli anziani.

Simbolo di questo tratto di riviera marchigiana è la Rotonda a Mare, costruita nella seconda metà del XIX secolo, per scopi idroterapici e ricreativi. Tale struttura è stata riaperta al pubblico nel 2006, dopo un imponente restauro, ed ospita importanti manifestazioni e mostre.

Il patrimonio storico-artistico di Senigallia

Senigallia, la prima colonia romana dell’Adriatico, conserva un patrimonio storico ed artistico estremamente ricco e suggestivo, che affascina i visitatori che ogni anno si recano in questo lembo di territorio marchigiano.

Booking.com

Tra gli edifici storici dell’urbe quello di maggiore interesse è sicuramente la Rocca Roveresca, ovvero un importante architettura militare di epoca rinascimentale, ideata nel 1480 da  Baccio Pontelli, che nella struttura a pianta quadrata, munita di grandi torri cilindriche, incorporò precedenti fortificazioni romane e trecentesche. Si consiglia la visita dei sotterranei, dei camminamenti, delle sale e, soprattutto, delle decorazioni, che ricordano quelle del Palazzo Ducale di Urbino.

Il borgo presenta anche numerose architetture religiose, come il Duomo settecentesco, edificato per volere dei Gesuiti, che preserva incantevoli opere, come i dipinti del Barocci, del Corvi, del Ramazza, ed il sarcofago di S. Gaudenzio del XII secolo.

Interessante è il Foro Annonario, una grandiosa costruzione circolare edificata a partire dal 1834, su progetto di Pietro Ghinelli. Essa prevede  un porticato di 30 colonne doriche in cotto che formano due esedre ed un corpo centrale, dove si tiene il mercato cittadino. Degni di nota sono anche i Portici Ercolani, ideati da Alessandro Rossi nella seconda metà del XVIII secolo, su richiesta del Cardinale Ercolani, che intendeva ampliare la Zona Fiera. Si tratta di 126 archi in pietra d’Istria, che affiancano la riva destra del fiume Misa, anche se il progetto iniziale prevedeva arcate su entrambe le rive.

Altro punto cardine di Senigallia è Palazzo Mastai, dove nacque Giovanni Maria Mastai Ferretti, ovvero papa Pio IX. Oggi è sede del Museo Pio IX, che preserva importanti testimonianze storiche ed artistiche relative al pontefice, ma anche della Pinacoteca d’arte sacra, che raccoglie numerose opere di artisti celeberrimi, del calibro di Guido Reni.

Prenota la tua vacanza da sogno

Trova la struttura migliore