Vacanze in campeggio in Puglia: come organizzare il soggiorno perfetto quella perfetta

250

Visitare la Puglia in camper è un’ottima alternativa alla tradizionale vacanza, soprattutto per chi è alla ricerca non tanto del totale relax quanto di un po’ di avventura e di contatto con la natura. Dal Gargano al Salento, la regione è nota del resto per avere alcune delle spiagge più belle d’Italia e aree di interesse naturalistico non meno importanti: scoprirle e godersele appieno è più facile grazie ad un viaggio on the road. Ecco una guida essenziale, allora, per organizzare al meglio la propria vacanza in campeggio in Puglia.

Quattro consigli utili per chi vuole visitare la Puglia in camper

La prima cosa che dovresti fare se vuoi visitare la Puglia in camper è, come per ogni altro viaggio, stabilire un itinerario. Le alternative, come in parte si accennava, non mancano: se arrivi in Puglia da nord potresti fare tappa a Trani, Andria, Vieste prima di giungere a spiagge spettacolari come quella di Vignanotica o le numerose baie del Parco Nazionale del Gargano, per esempio; Polignano a Mare, Ostuni, Alberobello, Lecce, Gallipoli, Santa Maria di Leuca sono tappe obbligate, invece, se decidi di visitare il sud della Puglia. Con parecchi giorni a disposizione potresti pensare di spostarti da una zona all’altra, ma a meno di non aver un mese e più a disposizione il consiglio migliore anche per una vacanza in campeggio in Puglia è concentrarsi su una parte della regione per volta.

Una volta deciso l’itinerario, assicurati che ci siano lungo la strada campeggi e/o aree di sosta per il camper. La buona notizia è che in quasi tutte le zone della regione le alternative non mancano: clicca qui per un elenco aggiornato e per leggere recensioni e consigli sui migliori campeggi in Puglia. Ci sono una serie di fattori di cui dovresti tenere conto al momento di scegliere un campeggio o delle aree di sosta per il camper: a partire da che tipologia di vacanza vuoi vivere e per finire con quali sono le esigenze dei tuoi compagni di viaggio se non viaggi da solo. Puoi affittare semplicemente una piazzola di sosta per una vacanza in campeggio in Puglia low cost, infatti, ma bungalow e mini appartamenti potrebbero rivelarsi la scelta più confortevole se viaggi in famiglia.

Proprio il budget è uno degli aspetti a cui dovresti prestare più attenzione: visitare la Puglia in camper non è necessariamente più economico di una tradizionale vacanza. Alcune spese come quelle per i pasti, le escursioni o le visite in musei e attrazioni culturali, se non vuoi accontentarti solo del mare, sono invariate. Inoltre dovresti calcolare i costi degli spostamenti in camper, inclusi quelli per i pedaggi. Sui principali portali turistici trovi tutte le indicazioni burocratiche come queste di cui potresti avere bisogno.

Scegli bene, infine, in che periodo dell’anno partire per una vacanza in campeggio in Puglia. I mesi di alta stagione, luglio e agosto, potrebbero rivelarsi i più scomodi anche se vuoi visitare la Puglia in camper per via del grande afflusso di turisti. Se non hai particolari esigenze di lavoro, opta per quelli immediatamente precedenti, da aprile a giugno, che sono anche quelli climaticamente migliori per spostarsi da una tappa all’altra senza soffrire eccessivamente il caldo.

Trova la camera al prezzo migliore

Pianifica ora la tua vacanza